Tisana Detox e Rinfrescante

Eccoci con una nuova ricetta per preparare a casa una bevanda naturale in grado di aiutarci a drenare i liquidi in eccesso, rinfrescarci ed aiutarci a mitigare il senso di fame. Ottima per chi vuole iniziare a “tenersi” in vista della bella stagione o per chi ha da rimediare ad un po’ di sovrappeso 🙂

Recenti studi scientifici hanno confermato le molteplici proprietà benefiche del Mate: l’infuso di Mate è ricco di polifenoli e dunque può essere considerato antiossidante con la conseguente azione contro i radicali liberi.

Aumenta l’energia, brucia i grassi, purifica il sangue, stimola la digestione, pulisce l’intestino, stimola il cuore, rafforza il sistema immunitario ed è studiata come cura per il tumore al colon.

Studi degli anni ’90 hanno dimostrato che bere regolarmente Mate può essere d’aiuto nella perdita di peso.

E’ uno stimolante più efficiente e duraturo di tè e caffè.

Occorrente per 1 litro di tisana:

– 3 cucchiai di Yerba Mate

– 1 cucchiaio di Lemongrass

– 1 rametto di menta fresca

– la scorza di un lime

– 2 cucchiaini di zucchero di canna

Immagine

Preparazione:

Sciacquare bene le foglioline di menta sotto acqua corrente e metterle intere nei bicchieri/tazze o nel recipiente scelto per preparare la tisana.

Aggiungere lo zucchero di canna e pestare energicamente con un pestello.

Immagine

Lavare bene il lime e tagliare qualche pezzetto della scorza, aggiungere anche questi a menta e zucchero. Se non avete a disosizione un lime potete utilizzare tranquillamente la scorza di un limone.

Immagine

Mescolare in una ciotola il Mate e il lemongrass e inserirli nel filtro usa e getta o nel classico infusore (“ovetto” o pinza).

Consiglio di usare l’infusore perchè generalmente il Mate è piuttosto fino e polveroso, sarebbe un peccato lasciar intorbidire eccessivamente la bevanda.

Non vi rimane che scaldare l’acqua a circa 90-95° e gustare il vostro infuso!

Alla prossima 🙂

Immagine

 

 

Advertisements

Tisana con rosmarino fresco e cannella. Prepariamola insieme!

Oggi vi propongo la ricetta per preparare una tisana perfetta per questo periodo dell’anno, ancora un po’ freddino e spesso causa di raffreddori e influenze varie.

Il rosmarino ha proprietà antisettiche ed antibatteriche, è ricchissimo di olii essenziali e flavonoidi e e contiene anche l’acido rosmarinico dalla proprietà antiossidante.

Anche la cannella ha proprietà antibatteriche ed antinfluenzali, contiene inoltre polifenoli come il tè verde.

I chiodi di garofano hanno proprietà antisettiche, antibatteriche ed antispasmodiche. 

Immagine

Ecco cosa vi occorre per produrre circa un litro di tisana:

– qualche rametto di rosmarino freschissimo

– se li avete a disposizione una manciata di fiori di rosmarino (potete anche non metterli)

– 2 stecche di cannella 

– 1 manciata di chiodi di garofano

– 1 cucchiaio di tè verde in foglia (io ho utilizzato del Bancha giapponese)

Procedimento

Staccate le foglioline del rosmarino e risciacquatele con l’aiuto di un colino. Ripetete il procedimento per i fiori di rosmarino avendo cura di mondarli delicatamente per non schiacciarli troppo.

Immagine

Immagine

 

Dopo aver riposto foglie e fiori di rosmarino in una ciotolina, prendete le due stecche di cannella e rompetele delicatamente in questo modo:

Immagine

Ora unite anche la cannella al rosmarino nella ciotolina. Versate anche il tè verde e i chiodi di garofano. Ecco come risulta la tisana pronta per essere utilizzata!

Immagine

Scaldate l’acqua a 100° e versatela sugli ingredienti posti nella teiera o nella tazza. Noi abbiamo riempito due filtri monouso di cotone per praticità ma voi a casa potete utilizzare un colino, un “ovetto” o qualsiasi metodo di filtraggio preferiate.

Il tempo di infusione è intorno ai 5 – 8 minuti, ma se preferite un sapore più deciso potete lasciarlo anche qualche minuto in più.

Buona tisana!!!!

Immagine

Viaggio nel medioevo

– 4 giorni al Viaggio nel Medioevo!

Dal 22 al 25 Agosto Finalborgo torna indietro nel tempo!

Anche noi parteciperemo alla festa con il locale organizzato ad hoc , infusi ed erbe per tuttti! Venite a trovarci!!!Immagine

Tutte le informazioni sul programma della festa potete reperirle qui: http://www.centrostoricofinale.it/manifestazioni/Viaggio%20nel%20Medioevo/viaggio.htm

“Viaggio nel Medioevo” a Finale Ligure

“Come in un sogno ho immaginato un Trovatore medievale che dopo aver percorso tutto il mediterraneo torna nella sua cittadina. Finalborgo, la capitale del Marchesato dei Del Carretto, riportata ai fasti del XV secolo. Nel suo viaggio, lungo un anno intero, il Cavaliere errante ha raccolto attorno a se mercenari e giullari di tutta Europa, per rendere onore alla sua terra e al suo Signore, il Marchese Giovanni Del Carretto, che in una sola notte riconquistò il Borgo e pose fine alla guerra contro la potente repubblica di Genova, come narra il cronista storico Gian Mario Filelfo nel tomo “Bellum Finariensi” (la Guerra del Finale), che è la fonte principale da cui l’Associazione “Centro Storico del Finale” trae gli spunti per rievocare le vicende finalesi. Così nasce una manifestazione multilingue egregiamente organizzata dall’Associazione di Finale Ligure. Un crogiolo di lingue e culture diverse, di Arti, di Mestieri, di musiche e danze che si mescolano, come gli ingredienti di una pozione magica in un “matraccio di pietra”, ricco di storia e monumenti. Dietro la splendida bomboniera medievale, anche al turista più distratto non è certo sfuggita la bellezza e la ricchezza del borgo, che l’intelligente opera dei volontari ha saputo – con questa manifestazione no-stop di quattro giorni – egregiamente enfatizzare: le mura medievali, la Basilica di San Biagio, gli antichi palazzi, la fortezza spagnola di San Giovanni, il complesso monumentale di Santa Caterina con i suoi Chiostri, l’oratorio de’ disciplinanti, l’auditorium. Il tutto sovrastato dal monumento che è il simbolo dell’intera cittadina da otto secoli, il Castel Gavone e la sua torre dei diamanti. Superate le Porte del paese tutti i nostri sensi vengono investiti e coinvolti dal “Viaggio nel Medioevo”: bandiere colorate, festoni, antiche insegne; musica celtica, araba e scozzese; giochi di spada, di fuoco, Arcieri e Cavalieri; Antiche Osterie, Botteghe e Artigiani; Spezie e profumi giunti da lontano; danzatrici rapite oltremare. Commercianti e Artigiani del paese hanno colto lo spirito della festa medievale e così nei quattro giorni sono rifiorite antiche botteghe: nella “Via del Mercato” i sapori locali si sono mescolati con i prodotti giunti dalla Spagna, dal Portogallo, dalla Francia; nella “Via delle Taverne” rinomati ristoratori hanno rivestito i panni di antichi osti per rifocillare i viandanti; nella Piazza del Tribunale, rinominata per l’occasione “Piazza dei portoghesi”, il fuoco ardeva di continuo e ogni curioso turista poteva cenare al fianco del Capitano di Ventura galiziano, o del rozzo mercenario giunto dal nord, o farsi immortalare con i falchi di Vale Formoso. Non mancava la tenda del deserto giunta dall’Algeria, dove il the fumante alla menta si accompagnava ai sensuali volteggi delle Odalische. Infine la Locanda dei Cavalieri, dove l’immancabile e impeccabile cena medievale, curata in ogni dettaglio, veniva servita dai Paggi del Marchese. Ricette nobili, piatti popolari, datteri del deserto e frittelle di bianchetti: ogni tipo di palato poteva trovare soddisfazione.
Cavalieri, Mendici, Giullari, Musici, Arcieri e Giovanni Del Carretto con la sua sontuosa corte e la compagnia di ventura che lo ha seguito in mille imprese. I valorosi armati della “Compagnia del Finale”, che amano intrattenere e stupire gli ospiti mostrando il loro valore con Giostre di spada e tornei mozzafiato – davvero mozzafiato-, per contendersi il pegno di una Dama o semplicemente per essere elogiati dal Marchese in persona… con un breve ma solenne cenno di assenso con il capo. Nella piazza di Santa Caterina, allestita con tribune, ininterrotti spettacoli di giocoleria: acrobati dalla Grecia e giullari dalla Toscana e dall’Umbria. E ancora mille personaggi e cento pièces: streghe, lebbrosi, mendici, indemoniati e prelati…i Figuranti-Attori della sezione di Laboratorio Teatrale del Centro Storico del Finale che interagiscono con Artisti giunti da varie regioni d’Europa, abbattendo ogni barriera linguistica. Una sorta di nuova e moderna “lingua d’Oc” prende vita spontaneamente: spagnolo, catalano, portoghese, francese, italiano, finalese; al termine dei quattro giorni diventa normale e famigliare una lingua non scritta che parla davvero della Regione Europa e della sua storia. Davvero un sogno lungo quattro giorni.

 

Amici

Da sempre il tè aggrega, unisce, accoglie e permette anche a persone che non potrebbero essere più estranee e lontane di godere di un momento di vicinanza che puo’ trasformarsi in una bella amicizia.

Oggi vi parlerò di un’amica che viene a trovarci ogni volta che si trova qui a Finale per vacanze o per lavoro: Nasha!

Nasha e suo marito sono tedeschi, e lei è una fenomenale arredatrice d’interni. Il suo lavoro è incentrato in particolare sui tessuti d’arredo. Splendidi cuscini,tende e tanto altro che sono anche esposti nel suo showroom.

QUI potete navigare nel suo shop online! Guardate che meraviglia questi cuscini!

ImmagineImmagine

Se desiderate informazioni su dove poter trovare/acquistare tovaglie e set da tavola per valorizzare il vostro tè delle 5:00 , nessuno meglio di Nasha potrà indirizzarvi verso il negozio giusto e consigliarvi riguardo a marche e modelli adatti per la vostra casa!

Tischdecke-Designers-Guild

Davvero una persona squisita che ci fa sempre piacere veder spuntare in negozio per fare una bella chiaccherata in inglese/italiano/tedesco (chissà!) davanti a un buon tè 🙂

” Il tè, bevanda di popoli cerimoniosi, somiglia al monsone, alle piogge tropicali; calmante oppure eccitante, invita alle parole, alla distensione.”    ( Pascal Bruckner, Parias )

Alla prossima!

Biscotti al Matcha Latte

Per la serie “esperimenti in borgo” ecco a voi dei bellissimi biscotti preparati da Margherita della stuzzicheria “Il Pomo D’Oro” con il nostro Matcha Latte!!!

Immagine

Pomo d'Oro, stuzzicheria, finalborgo, finale ligure

La stuzzicheria di Margherita e Matteo

Il Matcha è un tè verde giapponese lavorato sino ad ottenere una vera e propria polvere morbida e finissima dal caratteristico colore verde acceso.

L’intera cerimonia del tè Giapponese o “Cha no yu” che significa acqua calda per il tè, è basata sull’utilizzo proprio di pregiatissime qualità di tè Matcha. Ilmatcha viene aggiunto all’acqua calda e mischiato velocemente e con movimenti circolari utilizzando l’apposito strumento in bambù, il chasen.

ImmagineOltre che per questi utilizzi sacri e millenari il matcha oggi viene utilizzato per innumerevoli preparazioni di pasticceria, gelateria e in particolare la versione MatchaLatte come bevanda da colazione sostitutiva del cappuccino a base di caffe! Neanche i grandi nomi in ambito commerciale si fanno mancare questa esotica versione del cappuccio 🙂

Immagine

Immagine

E’ stato così che una busta di ottimo matcha latte nelle mani d’oro di Margherita si è trasformata nei fantastici biscottini che abbiamo assaggiato con gran gusto e che chissà, magari in qualche occasione particolare potrete trovare se passate a trovarci!

Estate, tempo di Rooibos!

Immagine

 

Oggi mi piacerebbe parlarvi del ROOIBOS,
una bevanda ancora poco conosciuta ma così ricca di qualità benefiche che meriterebbe una diffusione maggiore.

La pianta da cui si ricava è l’ Aspalatus Linearis ( Rooibos è il nome Afrikaans che si riferisce al colore rosso della bevanda ), che veniva largamente utilizzata dagli indigeni da secoli, ed è oggi  di larga diffusione in sud Africa, terra della quale è originaria.

Si utilizzano le foglie e gli steli, che vengono raccolti, sminuzzati, battuti e lasciati fermentare od ossidare all’aria.

Immagine

 

Il procedimento per preparare un buon Rooibos è del tutto analogo a quello per preparare un tè ossidato: si versa acqua che non abbia ancora raggiunto il bollore ( 95° circa) sulle foglie e si lascia in infusione per qualche minuto.

Il sapore del rooibos puro è naturalmente dolce e rotondo, ricorda il legno, il miele e l’oliva. Nei negozi specializzati si possono trovare molte miscele aromatizzate a base di rooibos sicuramente  sfiziose: agli agrumi, alla frutta, con spezie esotiche ed erbe varie.

Ciò che lo rende speciale è il fatto di essere naturalmente privo di teina e caffeina e ricco di  vitamina C, magnesio, calcio, fosforo, ferro e zinco il che ne fa una bevanda isotonica naturale.

E’ adatto per i bambini e per le mamme in attesa. E’ ottimo anche per chi pratica sport in quanto, se consumato durante e dopo lo sforzo fisico, aiuta a reintegrare i sali e le sostanze persi.

Capita di sentir chiamare il rooibos ” tè rosso ” ( Twinings lo commercializza così in Italia), ma questo termine è assolutamente improprio dal momento che non appartiene alla famiglia dei tè.

 

 

White Mug Finalborgo

Ed eccoci anche in “formato” blog,

utilizzeremo questo blog per tenervi aggiornati sulle novità della thèeria e di Finalborgo!

Iniziamo con il proporvi un appuntamento divertente per passare un pomeriggio tra dolcezza e creatività!

Image

Italia Furlan di Arti.Ficio (seguitela su FB) vi insegnerà a creare dolcetti per decorare qualsiasi oggetto per la casa, bigiotteria e regalini per i vostri amici e familiari.

Nel mentre noi di White Mug vi serviremo un tè a scelta tra le 40 varietà che abbiamo qui in negozio e vi metteremo a disposizione un dolce buffet in stile “afternoon tea”!

Il giorno 4 Luglio inoltre si svolge a Finalborgo la “Festa delle Torte”. Per info http://www.finalborgo.it/index.php/2-non-categorizzato/78-la-bacheca-dell-associazione 

Vi aspettiamo in Borgo!!